Archivio dell'autore: Nicoletta

FINALE DI STAGIONE TUTTO ALL’INSEGNA DELLE GIOVANILI

Foto M. Piscopo: Foto Finale di Stagione del Propaganda e Under 14 “Giovanili Rugby Spezia”

Negli ultimi due week end sono scese in campo le squadre under 14, under 12, under 10 e under 8.

Domenica 26 maggio la Under 14 ha affrontando a Lido di Camaiore la fortissima formazione dell’Asolo Rugby. I ragazzi di Paolo Vergassola hanno tenuto validamente testa ai veneti ma sono stati costretti a cedere alla distanza per 5 mete a 2 (per gli aquilotti una meta ciascuno per il capitano Giovanni Bellè e Leonardo Piscopo).

Rugby Spezia Formazione Under 14 a Lido di Camaiore

Sabato 1 giugno l’under 10 allenata da Salvatore Del Vecchio ha disputato il Torneo “Pecore Nere” organizzato dal Massa Rugby. Sul campo di Remola gli aquilotti hanno affrontato nell’ordine il Valdinievole, i padroni di casa degli Apuani Massa ed il Versilia. A vincere il quadrangolare è stato il Valdinievole che ha surclassato con larghissimo punteggio tutte le avversarie. I nostri ragazzi dopo aver perso per 14 a 1 con il Valdinievole si sono rifatti con la squadra locale degli Apuani vincendo 9 a 2.

Determinante sarebbe stata la vittoria con il Versilia per conquistare il secondo posto ma nonostante l’impegno a prevalere sono stati di strettissima misura i toscani per 6 a 4.

Domenica 2 giugno, festa della Repubblica, sono scese in campo al “Priami” di Livorno gli under 8 allenati da Enrico Marchioli e gli under 12 allenati da Mariano Vergassola che hanno partecipato al Torneo “Rossi come Pippo” organizzato dalla Società labronica dei Lyons Amaranto Livorno.

2.6.19 Rugby Spezia Propaganda a Livorno con i Lyons

Gli Under 8 hanno perduto tutte le gare affrontando Prato (10-1), Lyons B (9-0), Lyons A (9-1) e Cecina (13-0) senza purtroppo vincere nessuna gara le due uniche mete all’attivo sono state realizzate da Carlo Bretshneider e Alessandro Stretti.

Gli under 12 hanno perso con le due formazioni di casa dei Lyons A e Lyons B rispettivamente con il punteggio di 7-0 e 4-1. Nel proseguo del torneo hanno vinto con gli isolani dell’Elba per 3-2 ed hanno infine pareggiato con il Cecina 3-3.

Con questi ultimi impegni si è conclusa la lunga stagione dei nostri giovani e giovanissimi rugbysti iniziata nel mese di settembre dello scorso anno. E’ stata una stagione intensa per i nostri ragazzi del settore propaganda e per i loro allenatori e dirigenti ai quali va il sincero ringraziamento del Club per tutto il lavoro svolto.

Il 22 giugno tutti, atleti delle giovanili e loro famiglie, dirigenti, atleti della prima squadra, si ritroveranno in occasione della cena sociale che concluderà la stagione. Sarà l’occasione per festeggiare anche i 25 anni di vita del Club.

Tutti i piccoli rugbysti presenti riceveranno un dono ed un riconoscimento speciale verrà consegnato a tutti gli atleti seniores che hanno tagliato il traguardo delle cento presenze in prima squadra. Per tutti l’augurio di trascorrere una bellissima estate ed un arrivederci a settembre.

 

E’ la Selezione Regionale Ligure serie C ad aggiudicarsi il Primo Torneo Interregionale Città di Castiglione della Pescaia nella giornata Europea dedicata allo Sport. Selezioni regionali e Tornei anche per le giovanili.

 

Selezione Regionale Serie C Ligure al I° Torneo Castiglion della Pescaia

Nel prologo del fine settimana, terminati gli impegni con i campionati territoriali, l’attività del Rugby Spezia si è suddivisa, con le varie convocazioni di categoria, nei vari tornei regionali dedicati alla Festa del Rugby e alle Giornate Europee dello Sport.

Sabato 18 maggio la Selezione regionale Senior Liguria Serie C si è aggiudicata nettamente il primo Torneo Interregionale Città di Castiglione della Pescaia superando per 3 a 0 la Selezione Toscana, per 17 a 0 la Selezione Emilia Romagna e per 7 a 3 la Selezione Lazio.

Del Club spezzino convocati in formazione i “senior” William Paradiso, Salvatore Del Vecchio e Paolo Vergassola, a disposizione dei tecnici liguri Tedone e Costantino anche gli atleti delle altre società della riviera: Lorenzo Gambelli e Giacomo Giuliano (CUS Genova), Niccolo’ Mitri, Ermanno Barisone, Lorenzo Romano, Michael Matulli, Bladimir Leandro Armijos Vargas, Loris Chiapolino, Edoardo e Federico Cartoni (Pro Recco), Michael Costa e Federico Baldini (Golfo dei Poeti Spezia), Andy Shehu, Andrea Costantino, Jacopo Fiabane, Bledar Ademi, Alberto Baccino, Antonio Maruca, Filippo Serra, Giacomo Devasini, Alessandro Rando e Michele Briano (Savona).

Gli Aquilotti Quadrelli, Brancaleone e Wu

Rugby, attività e tanto divertimento anche ad Ancona dove gli aquilotti Brancaleone Edoardo, Quadrelli Giulio, Valentino Wu convocati nella Selezione Ligure under 15/16 hanno partecipato alla Festa del Rugby 2019 organizzata in collaborazione con Fir/Ansf/Polfer con lo scopo di unire sport e sicurezza. Evento sportivo che ha coinvolto la partecipazione di tantissimi giovani provenienti da tutta Italia con l’iniziativa di “andare in meta” trasmettendo oltre alla palla ovale anche l’importante messaggio sulla necessità “del rispetto delle regole”, puntando sulla maggior sensibilizzazione e promuovendo la cultura sulla sicurezza, della legalità e l’adozione di comportamenti sicuri nelle stazioni e sui treni dove spesso sono i giovani a rimanere vittima di imprudenze o distrazioni.

Domenica 19 maggio l’Under 14 della Liguria, invece, ha preso parte al IX Torneo Challenger ANDREA CAMBI, organizzato dai Cavalieri Rugby Club di Prato e sviluppatosi sui campi Enrico Chersoni e al Fantaccini, entrambe di Iolo. Il Torneo ha permesso ai ragazzi dell’Under 14 di cimentarsi con altre compagini di grande interesse come la Toscana Rossa e Bianca, Lazio, Marche ed Emilia Romagna, vincitrice finale del Torneo, fra i convocati l’aquilotto Bellè Giovanni.

 

 

Gli Aquilotti Paradiso, Vergassola e Del Vecchio convocati al Torneo Interregionale Serie C

SPEZIA – COLLEGNO 26 A 29 GARA GIOCATA MALISSIMO DALLE CONTENDENTI COL PEGGIOR ARBITRAGGIO DELLA STAGIONE. VINCE COLLEGNO SOLO PERCHE’ HA SBAGLIATO MENO.

RUGBY SPEZIA IN AZIONE FOTO DI REPERTORIO

Domenica 12 maggio 2019

Ancora una volta, l’ennesima nel corso della stagione, lo Spezia perde per una manciata di punti una gara che avrebbe potuto vincere. In questa seconda fase del campionato, nelle ultime sei gare, tale evento si è verificato per ben quattro volte con la consolazione di aver comunque conquistato tanti punti di bonus (tre volte su quattro bottino pieno con ben sei punti complessivamente totalizzati).

Domenica si è giocata l’ultima gara di campionato ma non è stato un epilogo dei più felici. La squadra per arrivare prima nel girone avrebbe dovuto vincere col bonus ed ha invece subito un’ amara sconfitta e si è dovuta accontentare del secondo posto.

La cronaca. Primi a passare in vantaggio sono gli aquilotti con una meta in maul avanzante del capitano Germano Battezzati, Sturlese trasforma dalla piazzola (7-0), pronta risposta dei piemontesi che segnano ma non trasformano (7-5). Spezia ancora a segno con Paolo Vergassola abile a sorprendere la difesa avversaria su un calcio di punizione concesso a pochi metri dalla linea di meta ospite. Sturlese ancora preciso dalla piazzola porta lo Spezia sul 14 a 5. Prima della fine del tempo l’arbitro espelle per placcaggio pericoloso l’aquilotto William Paradiso. Gli ospiti sfruttano il vantaggio numerico e segnano accorciando le distanze 14 a 12.

Nella ripresa primo a segnare è il Collegno, (meta trasformata) che così passa a condurre (14 -19). Dopo poco lo Spezia pareggia grazie ad una meta, non trasformata di Manuel Oldoini (19 – 19). Gli ospiti tornano in vantaggio su calcio di punizione (19-22). Gli aquilotti si disuniscono, commettono anche alcuni grossolani errori nella gestione dell’ovale, Collegno ne approfitta e segna la quarta meta (trasformata) “allungando” 19 a 29. Gli aquilotti non si danno per vinti e segnano in mezzo ai pali con Marco Sturlese che poi trasforma dalla piazzola portandosi 26 a 29. Mancano pochi minuti alla fine del match, Manuel Mazzanti si beve tutta la difesa piemontese e schiaccia in meta. Clamorosa la decisione dell’arbitro che non convalida la segnatura per concedere poi una punizione per lo Spezia all’altezza del centrocampo. Una decisione che ha lasciato tutti sbalorditi e increduli. L’arbitro ha ignorato completamente la regola del vantaggio, non consentendo, di fatto, allo Spezia di acciuffare la vittoria nei minuti finali del match.

Formazione Rugby Club Spezia: Mele, Oldoini, Paradiso, Mazzanti M., Bottazzi, Sturlese (V.Cap.), Poli, Nista, Vergassola, Buttini, Catano, Barducci, Mazzanti K., Bonuccelli, Battezzati (Cap.), Raffi, Mordacci, Basso, Sommella, Bianchini.

Allenatori: Marco Sturlese e Fabio Paradiso.

Classifica: Lyons Tortona 19, Rugby Club Spezia e Chieri 16, Collegno 14.

R.C. Spezia secondo classificato per la miglior differenza attiva tra le somme dei punti segnati negli incontri diretti con il Chieri (59 a 43).

Questo il commento del Presidente del Club Giuseppe Sturlese sui protagonisti del match, squadre e arbitro:

Il gioco espresso dalle due contendenti ha lasciato molto a desiderare. Il Collegno ha vinto solo perchè ha sbagliato meno. Lo Spezia ha giocato male, probabilmente la peggior partita di tutto il campionato e nonostante ciò avrebbe potuto anche vincere.

L’arbitraggio è stato assolutamente inadeguato. A mio avviso il direttore di gara ha condizionato il match interpretando il regolamento di gioco anzichè applicarlo penalizzando ora una ora l’altra squadra con decisioni discutibili se non addirittura incomprensibili. Un arbitro lento, quasi sempre lontano dai punti di incontro e dalla incerta gestualità che non è stato quasi mai in grado di valutare correttamente gli ingressi laterali nelle ruck, i turn over conseguenti alle maul, la gestione della mischia ordinata, l’applicazione della regola del vantaggio.

Una delle azioni difensive più efficaci che i nostri giocatori mettono in pratica molto spesso è quella di “imbragare” in piedi il portatore di palla avversario per formare una maul e ottenere il turn over, purtroppo ho personalmente ravvisato parecchie occasioni in cui dopo che la maul era crollata rendendo ingiocabile la palla il direttore di gara ci ha clamorosamente punito con dei calci di punizione. Alla richiesta di spiegazioni da parte dei nostri giocatori l’arbitro controbatteva che i giocatori dello Spezia non erano rotolati via dopo il placcaggio. Qualcuno dovrebbe spiegare al direttore di gara che quando un giocatore viene fermato in piedi e gli viene correttamente impedito di andare a terra per impostare una ruck, l’azione diventa una maul e che se questa dopo parecchi secondi crolla e la palla diventa ingiocabile nessuno dei giocatori partecipanti alla maul (a norma di regolamento) è tenuto a “rotolare via”; il gioco deve essere fermato e ripreso con una mischia ordinata in favore della  squadra che si stava difendendo e non sanzionarla con un calcio di punizione.

Nei minuti finali di gara l’arbitro ci ha penalizzato “pesantemente” in almeno un paio di occasioni: certamente sull’episodio della meta non convalidata ma anche non concedendo un sacrosanto calcio di punizione allo Spezia per un avanti volontario di un giocatore del Collegno che aveva colpito la palla con una mano impedendo alla stessa di scavalcarlo non consentendo il possibile recupero dell’ovale ad un nostro giocatore bloccando, di fatto, un’ azione che avrebbe potuto anche portare ad una segnatura. Un fallo di antigioco molto grave, ritengo da sanzionare con il cartellino giallo, anche perchè l’azione si era svolta a pochi metri dalla linea di meta, ma che l’arbitro ha incredibilmente considerato come un “in avanti” involontario. Sia chiaro che non è assolutamente in discussione la buona fede dell’arbitro”.

 

FOTO BONUCCELLI: MAZZANTI MANUEL IN META….NON CONVALIDATA