TERZA VITTORIA STAGIONALE DELLO SPEZIA RUGBY CHE CHIUDE IL CAMPIONATO IN BELLEZZA CON UNA ESALTANTE VITTORIA IN TRASFERTA SUL CAMPO DELLE TRE ROSE DI CASALE MONFERRATO

Foto repertorio Christelle Morin   Spezia Rugby Tre Rose Casale Monferrato

Domenica 22 aprile 2018

Vincere in trasferta è sempre molto bello ma quando la vittoria “fuori casa” coincide con la prima di tutta la stagione e per di più viene ottenuta all’ultima giornata di campionato la soddisfazione è ancora più grande.

Agli aquilotti ancora bruciava la sconfitta patita in casa all’andata con le Tre Rose, una gara strana che gli aquilotti stavano conducendo all’inizio del secondo tempo per 17 a 6 ma che i piemontesi poi vinsero per 32 a 17. Certamente in quella occasione pesarono le due espulsioni di Michael Kuen e Matteo Pecci, un arbitraggio “così così”, ma soprattutto l’aver perso lucidità e disciplina facendosi irretire dal gioco ruvido e molto “muscolare” di una squadra poco tecnica ma atleticamente vigorosa. Memori di quanto accaduto in precedenza i ragazzi di Paradiso e Sturlese hanno preparato la gara con grande attenzione e i risultati si sono visti in campo domenica, gioco ordinato, disciplina e concentrazione di tutta la squadra per tutti gli ottanta minuti. Ottimo l’arbitraggio del Sig. Alaimo che ha ben gestito la gara con particolare attenzione  sui punti d’incontro cosa che ha impedito ai giocatori di entrambe le squadre di commettere scorrettezze. Parte forte lo Spezia che nei primi minuti ottiene due calci di punizione trasformati dal capitano Domenico Gaglione (0-6). I padroni di casa però si fanno sotto realizzando una meta non trasformata (5-6). Pronta la risposta degli aquilotti che segnano con Kevin Mazzanti, Gaglione trasforma (5-13). Spezia macina gioco costringendo i piemontesi al fallo, Gaglione piazza altre due punizioni e “allunga” (5-19). Il Tre Rose reagisce con vigore mettendo sotto pressione la squadra spezzina che si ritrova per dieci minuti in inferiorità numerica per l’espulsione temporanea di Mazzanti. In superiorità numerica i piemontesi segnano e si riportano sotto nel punteggio (12-19). Ripristinata la parità numerica gli aquilotti vanno nuovamente in meta al termine di una bellissima azione della linea arretrata con William Fumera che buca la difesa avversaria magistralmente imbeccato da Gaglione (12-26). Nella ripresa i piemontesi accorciano ancora le distanze segnando in mezzo ai pali per la facile trasformazione (19-26). Gli aquilotti non si perdono d’animo, mantengono calma, concentrazione e disciplina e si rendono sempre più pericolosi nel lancio del gioco dalle fasi statiche approfittando della loro assoluta superiorità sia in mischia ordinata che in touche, dove “svettano” Marco Sturlese e Nicolò Buttini in sincronismo perfetto sui lanci precisi di Germano Battezzati. Matteo Pecci e William Fumera vanno vicino alla segnatura, non fallisce invece William Paradiso che va in meta quando mancano una ventina di minuti al termine del match (19-31).

Lo Spezia insiste ancora in attacco, vuole segnare ancora e chiudere definitivamente la gara e ci riesce con una bellissima ultima meta di Germano Battezzati trasformata dall’ottimo “piede” di Domenico Gaglione (19-38). Mancano ormai pochi minuti alla fine del match ormai saldamente in mano agli spezzini, c’è però il tempo di una ultima meta dei piemontesi che conquistano meritatamente il punto di bonus difensivo. La gara si chiude 26-38 per i gialloneri del Rugby Club Spezia. Al termine della gara grandi festeggiamenti sul campo con tanto di tradizionali gavettoni al tecnico Fabio Paradiso ed al presidente Giuseppe Sturlese.

Questo il commento dei due tecnici Fabio Paradiso e Marco Sturlese :

“quest’ultima gara vinta in trasferta è stata la classica ciliegina sulla torta di una stagione molto particolare che è iniziata con il quasi totale rinnovamento della squadra ricostituita con l’apporto di tantissimi giovani di talento cresciuti nelle giovanili del Club ma proprio per questo inesperta. Squadra giovane ma con grande carattere e voglia di fare che si è pian piano costruita acquisendo una propria personalità, carattere ed un suo gioco e che, “cammin facendo”, è migliorata tantissimo dimostrando però fin dall’inizio del campionato le sue potenzialità. Basti pensare che pur non avendo mai vinto durante il girone di andata la “banda dei ragazzini” si è tolta la soddisfazione di conquistare il punto di bonus difensivo in quattro occasioni, rifilando ben quattro mete sia alla Pro Recco che al Monferrato che sono squadre cadette di serie A e B, e perdendo con meno di sette punti con Tortona e Novi. Nel girone di ritorno la squadra ha iniziato a raccogliere i frutti del lavoro svolto infilando tre vittorie con Novi, Cus Piemonte e Tre Rose. E’ stato un campionato impegnativo e difficile, abbiamo dovuto far fronte a parecchi infortuni alcuni anche di una certa gravità che hanno tenuto per lungo tempo  alcuni giocatori fuori rosa, tre di loro Nista, Del Vecchio e Rabih potranno rientrare solo all’inizio del prossimo campionato. Fortunatamente la rosa  dei giocatori era adeguata e i ragazzi molto motivati, abbiamo così potuto affrontare le difficoltà con sufficiente tranquillità facendo scendere in campo complessivamente trentasei diversi atleti nel corso del campionato. Una stagione senz’altro positiva per i colori del Rugby Club Spezia che potrà ripresentarsi con maggiori ambizioni e consapevolezza dei propri mezzi all’inizio del prossimo campionato.”

Pur essendo di fatto terminata la stagione regolare, per il Rugby Club Spezia quello di domenica non è stato propriamente l’ultimo impegno della stagione. Il campionato ligure piemontese è infatti organizzato su due gironi territoriali e il regolamento stabilisce un “appendice “ al campionato prevedendo che le squadre dei due gironi classificatesi nella medesima posizione di classifica debbano disputare uno “scontro diretto” con  gara di andata e ritorno per stabilire, anche se molto impropriamente, una classifica generale. Gli aquilotti dovranno però sicuramente attendere qualche settimana per conoscere il nome della squadra che dovranno affrontare poiché a causa del mal tempo che ha flagellato il Piemonte nel periodo invernale, l’altro girone non è ancora terminato essendovi molte gare da recuperare.  E’ probabile  che per  conoscere  il nome del proprio avversario il Club aquilotto debba aspettare  almeno fino alla metà del mese di maggio.

Formazione Rugby Spezia: Mazzanti, Battezzati (V.Cap.), Del Santo, Pecci, Basso, Catano, Buttini, Sturlese, Poli, Gaglione (Cap.), Bianchini, Paradiso, Fumera, Mastropietro, Bongi, Gambardella, Campanella, Giacomelli, Kuen, Pizzolla, Barducci.

Allenatori: Fabio Paradiso e Marco Sturlese.

Altri risultati: Pro Recco – Novi 69/7, Cus Genova – Lyons Tortona 67/0, Monferrato – Cus Piemonte Orientale 38/7.

Classifica: Cus Genova 65, Lyons Tortona 52, Monferrato 48, Pro Recco 44,  Cus Piemonte Orientale 23,  Novi 16, R.C. Spezia 15, Tre Rose 11.

   

Foto Christelle Morin   Spezia Rugby Tre Rose Casale