VINCE ANCORA LO SPEZIA CHE SUPERA TORTONA 24-14. GRANDE PROVA DEGLI AQUILOTTI CHE SI GODONO IL PRIMATO IN CLASSIFICA

 

Foto di repertorio Christelle Morin – incontro  Rugby Club Spezia – Tortona

Domenica 21 ottobre 2018

Dopo la sorprendente e meritata vittoria in trasferta con la Pro Recco della scorsa settimana gli aquilotti fanno il bis superando il quotato Tortona per 24 a 14 ottenendo anche il punto di bonus aggiuntivo per aver segnato ben quattro mete.

Con questa vittoria lo Spezia, assapora, per il momento, il gusto del primato in classifica, cosa che non si verificava da molti anni. In formazione al gran completo con la coppia mediana Gaglione e Kuen, assenti nel precedente turno d’esordio in campionato, a dettare tempi e ritmo di gioco in maniera perfetta alla squadra che si è mossa con grande autorevolezza ed efficacia. Il Tortona nel primo tempo ha fatto soffrire gli avanti aquilotti in mischia ordinata e solo nella ripresa i giallo neri sono riusciti a trovare le adatte contromisure per tenere testa ai fortissimi avversari. Ancora una volta lo spirito di sacrificio dei primi otto uomini, sia in mischia ordinata che attorno ai raggruppamenti, ha consentito alla linea dei trequarti di giocare palloni di qualità e di sfruttare con grande abilità ogni favorevole occasione per andare in meta.

La cronaca: Parte molto bene il Tortona, aquilotti in difficoltà in mischia ordinata costretti a subire il pack piemontese che si impone fisicamente, meno brillante il gioco degli ospiti negli spazi allargati dove la linea arretrata spezzina ha buon successo in fase difensiva. Spezia in vantaggio al sesto minuto grazie ad una meta di Kevin Mazzanti che finalizza una travolgente maul da rimessa laterale (5-0). Una ferita sanguinante alla testa fa temere per l’uscita dal campo del mediano di mischia Michael Kuen ma l’aquilotto stringe i denti e resta in campo. Lo Spezia sfrutta ogni occasione per rendersi pericoloso ma in un contesto di sostanziale equilibrio. Al diciottesimo, dopo un calcio piazzato mancato dei piemontesi arriva il pareggio del Tortona (7-7). Altrettanto determinata è però la risposta degli aquilotti, passano solo un paio di minuti e vanno ancora in meta grazie al “lavoro” della Premiata Ditta dei Fratelli Mazzanti: Il trequarti centro Sturlese vede un varco nella difesa ospite, passa l’ovale al giovanissimo Manuel Mazzanti che scarta agilmente un paio di avversari ma non un terzo che pur placcandolo non riesce ad impedire il perfetto off load con il quale il centro aquilotto serve il fratello Kevin che di forza rompe due placcaggi e segna una bellissima meta non trasformata (12-7). Prima che il tempo finisca arriva la terza meta spezzina realizzata da Marco Sturlese che ricevuta palla in attacco all’altezza dei ventidue metri supera di forza due avversari riuscendo anche ad evitare l’intervento in extremis dell’estremo ospite e segna (17-7). Nel secondo tempo si riapre la ferita di Kuen che è costretto ad uscire temporaneamente per riceve le cure mediche, al suo posto entra Emanuele Poli, quando Kuen rientra ha una vistosa fasciatura alla testa ma è ben deciso a portare a termine la gara. Ed è proprio Kuen a pochi minuti dall’inizio a segnare la quarta meta “in slalom” tra gli avversari che permette allo Spezia di acquisire anche il punto di bonus offensivo. Gaglione trasforma dalla piazzola per il 24 a 7. A venti dal termine mister Paradiso effettua alcuni cambi Matteo Pecci per Paolo Vergassola e Giuseppe Camerota per Raffaele Mele. Il Tortona indomito attacca, Spezia difende senza rinunciare a sfruttare ogni occasione per spostare il gioco nella metà campo avversaria. A dieci dal termine arriva meritatamente la seconda meta del Tortona (24-14). Alcuni minuti dopo Matteo Pecci, da poco entrato, deve uscire per infortunio, al suo posto entra Alessandro Melani che si rende subito protagonista di un bel placcaggio all’altezza dei dieci metri dalla linea di meta spezzina risolvendo una pericolosa situazione. Tortona prova fino alla fine a recuperare ma ormai il tempo è agli sgoccioli e gli aquilotti fanno buona guardia. Il fischio finale dell’arbitro Gioffredi fissa il punteggio 24 a 14 a sancire la bella vittoria dei padroni di casa dello Spezia.

Prossimo incontro per le aquile di Spezia domenica 28 ottobre ore 14.30 in trasferta con il Cus. Piemonte Orientale sul campo di Giarole (AL).

Molto pacato il commento a fine gara del tecnico Fabio Paradiso che invita tutti alla calma:

“ il nostro è un gruppo molto giovane, siamo partiti con l’idea di costruire una squadra per il futuro ma con l’obiettivo immediato di toglierci più soddisfazioni possibile. Dobbiamo essere quindi contenti per aver vinto le prime due gare di campionato con avversari che ci hanno impegnato duramente. La squadra deve però restare concentrata, salda e umile, nessuno deve montarsi la testa perché sarebbe un gravissimo errore. Certo dobbiamo essere consapevoli del nostro valore, dei nostri punti di forza ma continuare a lavorare con impegno per migliorare laddove siamo carenti, senza esaltarsi per i successi che potremo ottenere e senza abbattersi per le sconfitte  che potremo subire” .

Formazione Spezia: Del Vecchio, Battezzati ( V.Cap.), Mazzanti K., Basso, Catano, Buttini, Vergassola, Paradiso, Kuen, Gaglione (Cap.), Sturlese, Mazzanti M., Oldoni, Mele, Fumera, Pecci, Camerota, Melani, Nista, Mastropietro, Poli.

Allenatori: Fabio Paradiso e Marco Sturlese.

Altri risultati: Golfo dei Poeti – Monferrato 21-12, Cff Cogoleto & Province dell’Ovest –  Pro Recco 0- 42 (sospesa nel secondo tempo per mancanza minimo atleti Cogoleto), Cus P.O. in riposo.

Classifica: Spezia 5, Golfo d.P. 4, Cus Piemonte Orientale, Pro Recco, Monferrato 1, Tortona 0, Cffs Cogoleto -8.