SPEZIA GIOCA BENE MA PERDE IL DERBY COL GOLFO (15-17) FATALI DUE ERRORI DEGLI AQUILOTTI

Foto di repertorio Maurizio Piscopo : Derby   Golfo dei Poeti – Rugby Spezia

Domenica 10 marzo 2019

Di fronte ad un pubblico delle grandi occasioni aquilotti e “golfisti” danno vita ad un entusiasmante derby.

Il Golfo parte molto forte ma lo Spezia fa buona guardia in difesa e vanifica ogni tentativo. Primo a passare in vantaggio è lo Spezia con l’ala Mattia Sommella, uno dei tanti promettenti giovani del club giallo nero (classe 2000) che segna una bellissima meta raccogliendo l’ovale calciato dal capitano Gaglione nella profondità del campo avversario (5-0). Dopo circa dieci minuti un passaggio sbagliato di Marco Sturlese, consente all’ex aquilotto Fascio di intercettare la palla e di involarsi in meta poi trasformata da Luca Gabrielli, altro ex aquilotto (5-7). Pronta reazione dello Spezia che segna con Hughie Molloy abile a battere velocemente una punizione e a segnare sotto i pali per la facile trasformazione  di  Gaglione (12-7). Prima della fine del tempo il capitano Gaglione centra ancora i pali su punizione. Squadre al riposo con lo Spezia in vantaggio 15 a 7.

Nel secondo tempo gli aquilotti si rendono pericolosi in molte occasioni ma non riescono a segnare la meta che avrebbe potuto chiudere il match. Così è il Golfo a segnare portandosi a ridosso degli aquilotti (15-12). Prima della fine del match arriva una seconda segnatura del Golfo ottenuta in maniera rocambolesca a seguito di un altro clamoroso errore difensivo degli aquilotti: insidiosa touche a favore del Golfo ai cinque metri dalla linea di meta spezzina, capolavoro di William Paradiso che sul lancio degli ospiti conquista l’ovale e serve il mediano di mischia che purtroppo sbaglia il passaggio proiettando una “pallaccia” bassa e lenta in area di meta che il capitano Gaglione non riesce a controllare, sulla palla si avventa un avversario che segna la meta della beffa che decreta la sconfitta degli aquilotti per 15-17. Lo Spezia si deve accontentare del solo punto di bonus difensivo che non è sufficiente per qualificarsi ai play off. Purtroppo gli aquilotti che fino a quest’ultima giornata erano sempre rimasti saldamente al secondo posto vengono scavalcati in classifica dalla inseguitrice Pro Recco che sconfigge agevolmente in casa il Monferrato. Grande amarezza per gli aquilotti, per la mancata qualificazione alla fase dei play off. A conti fatti hanno certamente pesato i quattro punti di penalizzazione iniziali ma anche qualche “inciampo” di troppo nel corso del campionato per essere incappati in un paio di sconfitte assolutamente evitabili.

Pacato il commento di Fabio Paradiso nonostante la sconfitta sia difficile da accettare:

“peccato per questa sconfitta. Nelle settimane che hanno preceduto il match abbiamo lavorato molto per migliorare alcuni aspetti del nostro gioco e soprattutto per cercare di risolvere quelle criticità che si erano manifestate nella gara di andata rispetto alla quale, per esempio siamo stati più competitivi in rimessa laterale riuscendo anche in qualche occasione a conquistare palla su lancio degli avversari. Abbiamo lavorato tantissimo anche per essere ancora più performanti nei nostri punti di forza come la mischia ordinata dove i nostri giovanissimi avanti, molto forti sia fisicamente che tecnicamente, hanno mostrato di avere una marcia in più rispetto ai più pesanti avversari costringendoli quasi sempre a cedere terreno. Purtroppo due episodi ci hanno condannato alla sconfitta ma bisogna comunque dire bravi ai nostri avversari che hanno saputo approfittare al meglio dei nostri errori. Sono molto orgoglioso dei miei giocatori per il loro impegno e per i costanti miglioramenti sia sul piano tecnico che fisico/atletico. Penso soprattutto a quanto la squadra potrà ancora migliorare nel prossimo futuro in considerazione del fatto che la rosa è giovanissima. In quest’ultima gara col Golfo in campo c’erano: un atleta classe 2001, tre atleti classe 2000, cinque classe 1999 e tre della classe 1998, ben dodici giocatori sotto i ventuno anni e a parte qualche over trenta, il resto della rosa è composto da atleti sotto i 25 anni. Posso senz’altro affermare, in base all’anagrafica dei nostri atleti e soprattutto al loro valore, che il nostro Club può guardare con ottimismo al futuro. La promozione in serie C1 era alla nostra portata già quest’anno, per tanto saremo obbligati a non fallire nella prossima stagione, perché l’obiettivo dichiarato fin da ora è solo uno: vincere il prossimo campionato”.

Formazione Spezia: Sturlese, Sommella, Fumera, Mazzanti K., Oldoini, Gaglione (Cap.), Poli, Paradiso, Vergassola, Molloy, Barducci, Basso, Mazzanti K., Battezzati (V.Cap.), Del Vecchio, Pecci, Bonuccelli, Raffi, Gambardella, Melani, Nista, Bottazzi.

Allenatori Fabio Paradiso e Marco Sturlese.

Classifica prima fase : Golfo 37,  Pro Recco 29, Spezia 28, Tortona 22, Monferrato 8, Cus Piemonte Orientale 3.